We have 23 guests and no members online

 

carrello     

Opere di Volpicella

soggetto 3

Quadretti

Partner

 

LOGO NEGOZIO

    via Calefati 134-136, Bari


grafisystem logo 2014.eps


abbonamento


 


 

 

 

 

 

 

 

Pagina Facebook

Fiabe, favole e filastrocche. Perché?

Il confine tra fiaba, favola e filastrocca è sottile. Vediamo le caratteristiche dei tre generi confluiti nella collana Le Perline dell'Ikos.


                              

 

La fiaba ha come protagonista l'uomo, nelle cui vicende intervengono spiriti benefici o fantasmi malefici, demoni, streghe, fate... tutto in un mondo fantastico; non ha necessariamente fini morali o pedagogici. Ha origine popolare e si sviluppa per tradizione orale. Destinate ai bambini, le favole venivano raccontate accanto al focolare la sera, prima di dormire.

La favola si usa come ponte pedagogico. Ha origini antichissime, nasce prima di ogni altra forma di letteratura. Le sue origini, infatti, si perdono nella primitiva esperienza dei popoli. Trasmette ammonimenti e insegnamenti ricchi di antica saggezza o riporta avventure, storie e fatti straordinari, pieni di imprevisti e sorprese.

Le filastrocche sono particolarmente adatte ai più piccoli: i contenuti semplici, la ripetitività delle parole, le rime facili e ricorrenti, il ritmo costante e musicale sono un divertimento sicuro solitamente accompagnato da illustrazioni. Le filastrocche possono avere un significato, a volte un insegnamento, ma spesso l'elemento più importante è l'effetto sonoro, il ritmo cantilenato impresso alla voce.

 

Un modo per volare, lasciando libera la fantasia...